Consiglio di Amministrazione

Ai sensi dello Statuto sociale, SIT è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un minimo di 7 (sette) ad un massimo di 11 (undici) membri nominati dall’assemblea, che restano in carica per 3 (tre) esercizi sociali e scadono alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del Bilancio relativo all’ultimo esercizio della loro carica.

Il consiglio di Amministrazione di SIT è stato nominato dall’assemblea del 10 luglio 2017 e successivamente integrato con delibera assembleare del 24 aprile 2019 e rimarrà in carica sino all’assemblea chiamata all’approvazione del Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019.

Nell’attuale composizione, il Consiglio di Amministrazione di SIT è formato dai seguenti membri:

NomeEsecutivoNon esecutivo IndipendenteLead Indipendent directorC.C.R.S.C.R.C.P.C.

Federico De Stefani
Presidente ed Amministratore Delegato. Amministratore incaricato del Sistema di Controllo Interno e di gestione dei rischi.
Attilio Arietti
Consigliere
Fabio Buttignon
Consigliere
Giovanni Cavallini
Consigliere
Chiara De Stefani
Consigliere
Bruno Pavesi
Consigliere
Franco Stevanato
Consigliere Indipendente
Bettina Campedelli
Consigliere Indipendente e Lead Indipendent Director
Antonio Campo Dall’Orto
Consigliere Indipendente
Federico de Stefani si è laureato in Economia Aziendale all’Università Cà Foscari di Venezia, ed ha perfezionato i suoi studi presso la Harvard Business School negli USA. Ha iniziato la sua carriera alla Vaillant di Remscheid, Germania. Dal 1994 al 1996 ha lavorato presso Ernst & Young Corporate Finance a New York ed ha partecipato al corso “Financial Management Program” presso la Columbia Business School di New York. Dal 1996 al 1998 è stato direttore generale di SIT Controls Ltd, filiale inglese del Gruppo SIT. Nel 1998 entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di SIT La Precisa, società all’epoca capofila del gruppo SIT. Federico de Stefani è Presidente e Amministratore Delegato di SIT, SIT Technologies e di Metersit, nonché Amministratore Unico di SIT Immobiliare S.p.A., ricoprendo inoltre incarichi di Presidente, Amministratore Delegato e Consigliere in altre società del Gruppo SIT nel mondo.
Attilio Francesco Arietti ha conseguito nel 1974 la laurea in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Torino e nel 1978 un Master in Business Administration presso l’Harvard Business School. Nel 1975 ha conseguito l’abilitazione alla professione di Dottore Commercialista ed Esperto Contabile ed oggi è iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino. Ha iniziato la propria attività professionale nel 1978 come Assistant Manager nel dipartimento Management Consulting Services di Deloitte & Touche presso le sedi di New York e Milano e nel 1980 ha fondato Baker Tilly Consulaudit S.p.A. (oggi operante sotto la denominazione sociale Baker Tilly Revisa). Dal 1980 al 2013, Attilio Arietti è stato managing partner di Dr Arietti & Associati S.r.l. STP, membro italiano di Baker Tilly International. Nel 1999 Attilio Arietti ha fondato Oaklins Arietti S.r.l., rappresentante esclusivo per l’Italia del gruppo Oaklins. A partire dal 2013 è stato promotore, insieme con Giovanni Cavallini, di alcune SPAC.
Fabio Buttignon ha frequentato l’Università Cà Foscari (Venezia) e si è laureato in Economia Aziendale nel 1983. Dopo significative esperienze maturate all’Università della California Los Angeles (UCLA) in campo economico, diventa Professore Associato di Economia Aziendale presso l’Università Cà Foscari. Oltre che ad operare come Dottore Commercialista e Revisore dei Conti, dal 2002 è Professore Ordinario di Finanza Aziendale presso il Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Padova. È inoltre fondatore di uno studio di consulenza in finanza aziendale e strategia d’impresa.
Giovanni Cavallini ha conseguito la laurea in ingegneria civile presso il Politecnico di Milano nel luglio 1974 e ha successivamente frequentato per due anni il corso di Master in Business Administration presso la Harvard Business School. Nel settembre 1978, ha iniziato a lavorare presso The Boston Consulting Group nella sede di Parigi. Nel 1984 viene nominato vicepresidente e partner della società a livello mondiale. Nel 1985 apre a Milano, con un altro partner, l’ufficio italiano di The Boston Consulting Group. Nel gennaio 1988, ha avviato un’attività imprenditoriale, fondando con alcuni soci due società nel settore della grande distribuzione: la Società Iniziative Commerciali (S.I.C.), per sviluppare grandi centri al dettaglio di bricolage e la Società Sviluppo Commerciale (S.S.C.). In S.I.C. ha assunto fin dalla sua creazione la carica di Amministratore Delegato e, contemporaneamente, è stato altresì Consigliere di amministrazione di S.S.C., collaborando attivamente al suo sviluppo. Nel 1994 S.I.C. viene venduta al gruppo tedesco OBI e S.S.C. viene venduta a CARREFOUR. Nel giugno del 1994 viene nominato presidente di OBI Italia fino al giugno 1996, data alla quale lascia OBI Italia per iniziare una nuova attività manageriale/imprenditoriale con Interpump Group nel quale l’Ing. Giovanni Cavallini ha ricoperto la carica di amministratore delegato fino al 2005 e di presidente del consiglio di amministrazione fino ad aprile 2013. A partire dal 2013 è stato promotore, insieme con Attilio Arietti, di alcune SPAC. Giovanni Cavallini è, inoltre, socio dell’associazione italiana degli Alumni della Harvard Business School e, nel giugno 2012, è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana.
Chiara de’ Stefani è laureata in Scienze Economiche ed ha conseguito un master in gestione integrata d’impresa presso CUOA. È iscritta all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Padova ed è Revisore Legale. Per SIT S.p.A., dal 2008 è membro del Consiglio di Amministrazione, del Comitato Controllo Rischi e Sostenibilità e del Comitato Remunerazioni. In precedenza è stata Consigliere Delegato all’Amministrazione Finanza e Controllo e Chief Financial Officer (CFO) del Gruppo SIT, oltre che membro del Comitato Strategico e del Comitato Controllo e Rischi. Dal 2017 è membro indipendente del Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni S.p.A, società quotata al mercato MTA di Borsa Italiana e componente del Comitato Nomine. Nell’ambito del gruppo Cattolica, dal 2013 è membro indipendente del Consiglio di Amministrazione di Lombarda Vita S.p.A, compagnia di bancassicurazione operante nel Gruppo Bancario UBI Banca. Nel 2018 è nominata membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Padova.
Bruno Pavesi si è laureato a pieni voti in Economia e Commercio presso l’Università Luigi Bocconi nel 1965 ed ha successivamente svolto una serie di Management Programs presso le Università Istud, Harvard ed Exter, negli Stati Uniti. È attualmente Consigliere Delegato dell’Università Bocconi, Presidente di Ariston Cavi S.p.A., Consigliere indipendente di Banca Carige S.p.A. Nella sua carriera ha rivestito importanti cariche in qualità di Amministratore Delegato e Direttore Generale di Bticino S.p.A., del Gruppo Bull S.p.A. e di Honeywell Information System Italia, nonché Presidente del Gruppo Zucchini e di Legrand S.p.A. Si ricorda il suo impegno quale Consigliere della Fondazione Accademia Teatro alla Scala.
Bettina Campedelli si è laureata con lode in Economia e Commercio nel 1985, conseguendo l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore Commercialista l’anno successivo. È iscritta al Registro dei Revisori Contabili dal 1995. Dal 1988 al 1992 ha svolto l’attività di ricercatore in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Verona ed è stata professore Associato in Economia Aziendale prima presso l’Università degli Studi di Bergamo e poi presso l’Università degli Studi di Milano – Bicocca fino al 2000. È stata docente dell’Università LUISS Guido Carli di Roma dal 1999 al 2004 per l’insegnamento di Analisi e Contabilità dei Costi. Dal 2000 è Professore Ordinario di “Pianificazione e Controllo e di Revisione Aziendale” presso l’Università di Verona. Ha ricoperto numerose cariche all’interno di diversi Istituti bancari ed Assicurativi e ad oggi è Consigliere di Amministrazione di Società Cattolica di Assicurazioni ove ricopre anche l’incarico di Presidente del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità e componente del Comitato Parti Correlate. È Presidente del Consiglio di Amministrazione del Gruppo ICM S.p.a., Componente del Collegio Sindacale di Calpendia S.p.a. e del Consiglio di Amministrazione di FVS Sgr.
Laureato in Economia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha perfezionato i suoi studi conseguendo un Master in Marketing e Comunicazione di Publitalia ‘80 a Milano. Attivo per oltre 25 anni nel settore media, è stato docente di Analisi Competitive e Marketing presso l’Accademia di Comunicazione di Milano. Oggi supporta e fornisce consulenza alle aziende nel settore dei media, concentrando principalmente la propria attenzione sulla trasformazione digitale. È stato vicedirettore di Canale 5 dal 1992 al 1996, direttore del canale MTV Italia dal 1997 al 1999, ricoprendo la carica, tra il 1999 e il 2013, di Managing Director di Viacom International Media Networks, nonché, tra il 2003 e il 2008, di Direttore Generale e Amministratore Delegato di Telecom Italia Media. Dal 2014 al 2015 è stato Consigliere di amministrazione di Poste Italiane S.p.a. e dal 2015 al 2017 è stato direttore generale della RAI – Radiotelevisione Italiana, incaricato di trasformare il servizio pubblico televisivo italiano in una Media Company contemporanea.
Franco Stevanato si è laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Trieste. Durante gli studi ha lavorato presso il reparto commerciale della Saint Gobain in Francia e di Stevanato Group. Dopo la laurea entra ufficialmente in Stevanato Group, all’interno dell’area commerciale. Durante questi anni, ha perseguito e tuttora persegue il processo di internazionalizzazione, managerializzazione e diversificazione dei prodotti, per favorire la crescita e l’espansione di Stevanato Group, attraverso la predisposizione di piani industriali e funzionali. Ha contribuito, inoltre, a dotare Stevanato Group di un sistema di corporate governance atto a disciplinare la gestione e la Direzione del Gruppo, in modo tale da assicurare la separazione della proprietà dalla gestione operativa. Attualmente ricopre la carica di Amministratore Delegato del Gruppo stesso.